Servizio Energia

Oggi è possibile risparmiare sul costo della "BOLLETTA" del RISCALDAMENTO e contemporaneamente migliorare il servizio in termini di EFFICIENZA e SICUREZZA adottando il CONTRATTO "SERVIZIO ENERGIA".

Che cos' è

Fra gli obiettivi della legge 10/91 vi è quello del risparmio energetico, attraverso l'uso razionale dell'energia ed il miglioramento dell'efficienza degli impianti termici.

L'ammodernamento delle centrali termiche che forniscono il calore per il riscaldamento degli edifici civili e l'uso più razionale dell'energia termica, rappresentano due momenti decisivi per il risparmio energetico. In questa prospettiva, la legge 10/91 ha previsto il contratto di servizio energia, che viene definito dal DPR 412/93

Le innovazioni contenute nel contratto servizio energia sono riconducibili sostanzialmente ai due seguenti aspetti:

  • da un lato, si uniscono i concetti di comfort e di risparmio energetico, cioè si persegue la ricerca del massimo risparmio di energia possibile, fornendo comunque il livello di comfort richiesto dagli utenti;
  • dall'altro, si individua nel miglioramento degli impianti che producono e utilizzano l'energia, lo strumento per garantire comfort e risparmio energetico.
  • Per facilitare il miglioramento dell'efficienza degli impianti termici e quindi il risparmio di energia a parita à di comfort, il legislatore ha previsto che per l'acquisto dei beni, servizi e prestazioni che assicurano tali risultati, sia applicata l'aliquota IVA del 10% (ridotta).

I vantaggi

Oltre a quello più evidente ed immediato della riduzione dÕaliquota, i principali vantaggi per il Condominio sono i seguenti:

  • 1. Aumento del comfort e della termoautonomia;
    L'installazione dei sistemi di termoregolazione e (eventualmente) di contabilizzazione consentono in ogni caso, ed ancor più se con controllo a distanza, un aumento del comfort, perchè vi sarà una corretta e costante impostazione dei valori ottimali di temperatura, anche stanza per stanza, e si pagherˆ solo per il calore effettivamente consumato.

  • 2. Minori oneri di gestione;
    La riduzione degli sprechi, oltre all'applicazione dell'aliquota 10%, consentirà indubbi risparmi nelle spese del riscaldamento. Infatti, nel caso di contabilizzazione individuale, la consapevolezza di pagare in buona parte, solo per quanto effettivamente consumato sarà un formidabile incentivo ad evitare inutili sprechi, diventando, di fatto, un risparmio individuale per la quota a contatore ed un risparmio collettivo per la quota comune. Gli attuali sistemi convenzionali di riparto spese (millesimi), al contrario, disincentivano questo tipo di comportamento.

  • 3. La responsabilità di gestione viene affidata a terzi.
    Il Condominio affida ad una Società esperta la gestione dell'impianto di riscaldamento e pertanto non acquista più il combustibile nè la manutenzione, ma fruisce di un servizio completo. La società gestore avrà tutto l'interesse a ben operare per mantenere l'impianto nella massima efficienza perchè solo così avrà garantito il suo compenso. Le incombenze previste dalla normativa vigente vengono altresì affidate alla Società, che ha la necessaria competenza tecnica ed organizzativa.

Calortermo C.A. è l'unica Società nella provincia di Savona che offre il Servizio Energia con ristrutturazione dell'impianto termico ed installazione di valvole termostatiche, suddividendo l'importo in quote annuali di pari importo su 5, 7 o 10 anni completamente senza interessi .

Per maggiori informazioni sul servizio Energia scarica, l'opuscolo dell'ENEA e la Guida del consumatore di Adiconsum